nfo@italiaradio.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545

È morto Alfredo Cerruti: fu il fondatore degli Squallor e autore tv di successo

È morto Alfredo Cerruti: fu il fondatore degli Squallor e autore tv di successo
Da: Alla Radio Pubblicato In: Ottobre 18, 2020 Visualizzato: 4

È morto Alfredo Cerruti: fu il fondatore degli Squallor e autore tv di successo

È morto a 78 anni Alfredo Cerruti. La sua avventura musicale di maggior successo fu indubbiamente col gruppo degli Squallor (di cui è stato appena ripubblicato l’album “Pompa”), il primo vero gruppo demenziale della musica italiana . Della formazione facevano parte, oltre a lui, i parolieri Giancarlo Bigazzi e Daniele Pace, il musicista Totò Savio e il discografico Elio Gariboldi. Nato quasi per scherzo nel 1969 il gruppo si riuniva in sala d’incisione senza testi o spartiti. Complici damigiane di vino e qualche donnina allegra svuotavano la sentina della loro creatività fatta di grevi doppi sensi e politicamente scorretta riuscendo a vendere migliaia di copie di dischi dai titoli e dalle copertine volgarmente allusive: Troia, Vacca, Pompa, Tromba, Mutando, Arrapaho, Uccelli d’Italia, Tocca l’albicocca. E con lui se ne va con l’ultimo degli Squallor.

Il rapporto con Sugar e Caselli

Lo si poteva incontrare al Casinò di Sanremo durante le serate del Festival. Era un giocatore accanito, oltre che un talent scout (per decenni direttore artistico della CBS Sugar e poi della Ricordi), autore televisivo, spendaccione e sciupafemmine (ebbe una relazione con Mina negli anni Settanta durata tre anni). Mentre era impegnato ad allineare fiches se qualcuno gli chiedeva «come va?» rispondeva in modo metereologico: «Bolzano meno 8». Voleva dire che aveva perso fino a quel momento 8 milioni di lire. Cerutti era un personaggio eclettico: sia Ladislao Sugar che il figlio Piero gli avevano affidato la direzione artistica della Sugar. I rapporti però si raffreddarono quando Caterina Caselli, moglie di Piero, fondò all’interno dell’azienda l’etichetta «impegnata»chiamata l’Ascolto. Cerruti non nascose mai la sua ostilità all’ingresso di Caterina nell’azienda.

I programmi tv

Cerruti firmò poi molti programmi televisivi di successo Chi tiriamo in ballo, Indietro tutta, Cocco e Stasera mi butto oltre a Il caso Sanremo, I cervelloni e le edizioni ’98-’99 e ’99-2000 di Domenica In. Partecipò in prima persona al programma tv di Arbore Indietro tutta e prestò la voce a un surreale dialogo fra due gazzelle della polizia (Volante 1 a volante 2). Negli ultimi anni era sempre con l’acqua alla gola. Assediato dal fisco che gli aveva pignorato diritti d’autore e la pensione ha sempre coltivato sogni di grandezza. Fu il primo a Milano ad avere il telefono mobile in auto. Il figlio Alfredo Cerruti jr., di indole assai diversa dal padre, è stato fidanzato e manager di Laura Pausini per oltre dieci anni (fino al 2002).

18 ottobre 2020 (modifica il 18 ottobre 2020 | 16:54)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGUICI