nfo@italiaradio.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545

Legalizzato l'aborto in Argentina: è una svolta storica

Legalizzato l'aborto in Argentina: è una svolta storica
Da: Alla Radio Pubblicato In: Dicembre 30, 2020 Visualizzato: 14

Legalizzato l'aborto in Argentina: è una svolta storica

Svolta storica in Argentina. L'aborto è stato legalizzato. Il disegno di legge che autorizza le donne a interrompere volontariamente la gravidanza è passato in Senato, con 38 voti favorevoli. Questo vuol dire che è il primo grande paese Latino Americano a fare un passo così importante per le donne. 

Prima di questo momento, chi restava incinta poteva abortire solo se il feto aveva malformazioni o se era frutto di uno stupro. Questo ha fatto sì nel tempo che molte donne, pur di mettere fine a una gravidanza indesiderata, ricorressero a metodi non ufficiali, clandestini, con un rischio altissimo per la propria salute.

L'attivista e giornalista Ingrid Beck - che ha lottato negli anni per legalizzare l'aborto - ha dichiarato: "La lotta per i diritti delle donne è sempre difficile, e questa volta abbiamo dovuto anche fare i conti con la pandemia. Ma è per questo che sono ancora più felice per questo risultato". 

Non è la prima volta che una proposta di legge favorevole all'aborto viene presentata in Parlamento. Ma questa è stata la prima volta che arriva dal presidente Alberto Fernandéz e non da un’organizzazione civile. 

Grazie alla nuova norma, tutte le donne (ma anche ragazze giovanissime) potranno abortire fino alla 14esima settimana di gestazione. Oltre all'interruzione di gravidanza, la legge aggiorna le pene detentive per chi non rispetta le indicazioni della norma in merito alle tempistiche per praticare l'aborto. 

In questo modo, il presidente vuole combattere il mercato nero che c'è dietro l'aborto e mettere in sicurezza la salute dei suoi cittadini. 

SEGUICI