nfo@italiaradio.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545

Saldi invernali e Coronavirus, il calendario regione per regione e le regole da seguire

Saldi invernali e Coronavirus, il calendario regione per regione e le regole da seguire
Da: Alla Radio Pubblicato In: Gennaio 04, 2021 Visualizzato: 11

Saldi invernali e Coronavirus, il calendario regione per regione e le regole da seguire

Terminate le feste, iniziano i saldi invernali, anche se quest’anno con la pandemia saranno un po’ diversi. Il 2 gennaio sono iniziati ufficialmente gli sconti in Basilicata, Valle d’Aosta e Molise ma, considerando la divisione dell’Italia in zone e il fatto che sia ancora tutta zona rossa, il vero inizio è fissato in alcune regioni per oggi, lunedì 4 gennaio, quando il Paese tornerà arancione, prima di vivere altri due giorni rossi, ossia il 5 e il 6 gennaio.

Il 7 gennaio i saldi inizieranno anche in Puglia, Sicilia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Lombardia e poi in tutte le restanti regioni. Ecco il calendario completo: 2 gennaio Valle d’Aosta, Molise e Basilicata; 4 gennaio Abruzzo e Calabria;  5 gennaio Sardegna e Campania; 7 gennaio Puglia, Sicilia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Lombardia; 12 gennaio Lazio; 16 gennaio Marche e provincia autonoma di Bolzano (solo comuni non turistici); 29 gennaio Liguria; 30 gennaio Emilia Romagna, Toscana e Veneto; 13 febbraio Provincia autonoma di Bolzano (comuni turistici); infine, la Provincia autonoma di Trento deve ancora decidere quando partire.

A causa della pandemia, ci saranno delle regole da seguire per fare compere in sicurezza. Il regolamento è stato reso noto da Federazione Moda Italia e Confcommercio. Le regole classiche (cambi, indicazione dei prezzi etc.) restano invariate. Ciò che cambierà sarà il comportamento da osservare all’interno dei punti vendita. Sarà obbligatorio evitare gli assembramenti all’interno dei negozi e, se necessario, i clienti dovranno fare la fila mantenendo la distanza di un metro. Resta obbligatoria l’igienizzazione delle mani con soluzioni alcoliche prima di toccare i prodotti in vendita. Sarà obbligatorio, inoltre, indossare la mascherina nel punto vendita, anche nel camerino nel caso in cui il negoziante decida di consentire la prova degli abiti. Sulla vetrina di ogni esercizio, inoltre, il titolare dovrà esporre un cartello che riporti il numero massimo di clienti ammessi nel locale commerciale.

SEGUICI