nfo@italiaradio.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545

Per non essere aggredite basta togliere il trucco: lo spot cinese choc

Per non essere aggredite basta togliere il trucco: lo spot cinese choc
Da: Alla Radio Pubblicato In: Gennaio 13, 2021 Visualizzato: 13

Per non essere aggredite basta togliere il trucco: lo spot cinese choc

L’azienda cinese PureCotton è finita al centro di un’enorme polemica per uno spot televisivo che sta facendo indignare tutti. Come riporta la CNN, il video ha lo scopo di pubblicizzare delle salviette struccanti: nelle immagini si vede una donna che cammina su una strada poco illuminata di notte e alle sue spalle si vede un uomo che la segue con fare minaccioso.

Quando il potenziale aggressore si avvicina, la protagonista della clip prende una salvietta e si rimuove il trucco dal viso. Quando l’uomo la afferra e la costringe a girarsi verso di lui si accorge che il volto della donna non è più tanto affascinante come pensava, così inorridisce e fugge via.

Sui social molti utenti hanno condiviso il video sottolineando il messaggio sessista e definendolo “disgustoso” e “sbagliato”, perché lascia intendere che se le donne subiscono una violenza è colpa loro in quanto curano il loro aspetto, ad esempio con il trucco.

Suggerire che una donna abbia maggiori probabilità di essere molestata o aggredita sessualmente se si trucca è totalmente assurdo”, ha denunciato un utente sulla piattaforma cinese Weibo. I commenti e le critiche rivolte all’azienda sono tutti dello stesso tenore. Anche il sito gestito dalla Federazione delle donne cinesi affiliata al Governo, China Women’s News, ha condannato lo spot sui propri social media per la “demonizzazione della vittima” e per lo stereotipo sessista che veicola.

In seguito, tanti utenti hanno chiesto di boicottare l’azienda PureCotton, che è di proprietà del Winner Medical Group, gruppo che possiede oltre 240 negozi in tutta la Cina e vanta milioni di clienti. Vista la polemica, alla fine la società è stata costretta a scusarsi con gli utenti e a rimuovere lo spot dai propri canali.

SEGUICI