nfo@italiaradio.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545

Daniele De Rossi ricoverato per Covid: come è nato il focolaio della nazionale?

Daniele De Rossi ricoverato per Covid: come è nato il focolaio della nazionale?
Da: vanityfair.it Pubblicato In: Aprile 10, 2021 Visualizzato: 41

Daniele De Rossi ricoverato per Covid: come è nato il focolaio della nazionale?

Daniele De Rossi, positivo al Coronavirus, è stato ricoverato allo Spallanzani di Roma. Dopo aver eseguito una Tac d’urgenza al San Camillo i medici hanno deciso per un ricovero in via precauzionale. Le sue condizioni sono definite discrete (non è in terapia intensiva) e vengono comunque costantemente monitorate. Secondo quanto si apprende, De Rossi avrebbe contratto una polmonite. Il 37enne ex capitano della Roma è stato contagiato, presumibilmente, durante il ritiro della Nazionale, che in pochi giorni si è trasformata in un vero e proprio focolaio. Sono 8 finora i calciatori che, al rientro dalle convocazioni dopo le partite con l’Irlanda del Nord a Parma, la Bulgaria a Sofia e la Lituania a Vilnius, sono risultati positivi e di conseguenza costretti all’isolamento come da protocollo. La sequenza della lista fa davvero impressione, perché in pochi giorni gli azzurri sono aumentati di numero. Eccoli: Leonardo Bonucci e Federico Bernardeschi (Juventus), Marco Verratti e Alessandro Florenzi (Paris Saint-Germain), Vincenzo Grifo (Hoffenheim), Alessio Cragno (Cagliari), Salvatore Sirigu (Torino) e Matteo Pessina (Atalanta). A questi vanno aggiunti, oltre a De Rossi, altri tre membri dello staff della Nazionale. Come sia potuto succedere non si sa. In teoria la «bolla» della Nazionale avrebbe dovuto preservare gli azzurri. Ma così non è stato. De Rossi era alla prima uscita da collaboratore nello staff del C.t. Roberto Mancini, compito che aveva accettato con grande entusiasmo – ricambiato da tutta la squadra – proprio in vista di un percorso professionale da allenatore. De Rossi aveva riscontrato qualche sintomo e si stava curando in modalità domiciliare e in isolamento nella sua casa nel centro di Roma. Poi la Tac e il ricovero. Il focolaio azzurro continua a tenere tutta la Serie A in apprensione. I club che hanno mandato giocatori in Nazionale cercano di cautelarsi. Il Sassuolo ha preventivamente escluso da allenamenti e partite i suoi tre giocatori (Berardi, Locatelli e Caputo), mentre il Bologna ha seguito un protocollo particolare (spogliatoio personale e non condiviso) per Soriano. LEGGI ANCHE Calcio, il Qatar gioca (tra le polemiche) in Europa: ecco perché LEGGI ANCHE «Speravo de morì prima», 10 cose da sapere su Totti prima di vedere la serie Tv Let's block ads! (Why?)

CONTINUA CLICCA! vanityfair.it
SEGUICI