Siria, l'appello della comandante Ypg: "Conferenza per soluzione democratica"

Siria, l'appello della comandante Ypg: "Conferenza per soluzione democratica"

"Chi ha combattuto Isis con noi ora si ritira: tradimento. No zona cuscinetto: è invasione"

(Roma). "Ringraziamo il Parlamento italiano per l'occasione che ci ha dato: siamo riusciti a spiegare le minacce e il pericolo che aspettano rispetto agli attacchi delle ultime ore. La richiesta all'Italia e alla comunità internazionale è di trovare una soluzione, di fare un convegno internazionale per una soluzione democratica": questo è l'appello di Dalbr Issa, comandante delle Ypj, le unità femminili delle milizie curde nel nord della Siria, a margine di un'audizione in Commissione esteri alla Camera dei deputati. Una soluzione che "non è la zona cuscinetto di 5 km pensata dalla Turchia, perché per noi sarebbe un'invasione", spiega la comandante. "La minaccia Isis non è finita" sottolinea. "Io non sono un rappresentante di stato, ma lo stato che ci è stato a fianco - senza fare nomi - ha combattuto l'Isis e ha sempre parlato di libertà e democrazia e invece oggi si ritira perché al fronte si trova un altro alleato. Questo è un tradimento di serietà non solo verso di noi" curdi. (Roberta Benvenuto/alanews)